Sulla strada del successo con VTA

Che cosa ha a che fare il VTA con un´estrazione di sabbia di quarzo economicamente vantaggiosa e rispettosa dell'ambiente? Molto, come dimostra un esempio dalla Slovacchia.

Quartz sand on a conveyor belt

Attraverso l'analisi continua e l'ottimizzazione costante della composizione del polimero, i risultati possono ancora essere migliorati.

Sulla strada del successo con VTA

Che sia nell'industria del vetro, nelle fonderie o nel settore dei materiali da costruzione, la sabbia di quarzo di Šajdikove Humence in Slovacchia occidentale è molto richiesta. L'azienda Kerkosand – una sussidiaria di Quarzwerke Gmbh, con sede a Frechen, Germania – estrae una materia prima di colore chiaro, e con particolare grana rotonda.

Con il lavaggio di impurità organiche, materia estranea, minerali di accompagnamento, e una serie di ulteriori fasi di lavorazione, è infine trasformata in un minerale industriale di alta qualità. La Kerkosand estrae fino a 100 tonnellate all'ora.

L'acqua necessaria per il lavaggio, circa 600 m³ all'ora, viene purificata e rifluisce in grandi vasche appositamente create. Qui entra in gioco VTA: Speciali polimeri VTA assicurano che solidi sospesi e contaminanti siano eliminati prima che l'acqua raggiunga le vasche e che i fanghi si depositino senza lasciare residui.

Su misura per la sabbia grezza

La sfida qui è che per ottenere l'effetto ottimale, l'agente floccante utilizzato deve essere adattato specificamente alla sabbia grezza. “In caso di variazioni nella composizione o nella purezza del materiale di partenza, il polimero deve essere adeguato di conseguenza” spiega Alfred Baier del servizio di assistenza tecnica sul campo di VTA.

Da quando VTA ha iniziato a lavorare alla Kerkosand tre anni fa, l'esperto specialista in polimeri è riuscito a migliorare ulteriormente i risultati attraverso l'analisi costante e l'ottimizzazione continua della composizione del polimero, e anche attraverso specifici adattamenti del sistema di dosaggio.

Oggi, alla Kerkosand hanno raggiunto valori di torbidità tra 50 e 90 NTU – meno di un decimo rispetto ai valori iniziali prima del dosaggio da parte di VTA, quando sono stati misurati valori di oltre 1000 NTU. L'obiettivo della società (100 NTU) è stato raggiunto.
 

Acqua della vasca per la produzione

Questo è un vantaggio cruciale, perché con questo livello di qualità, l'acqua della vasca può essere riutilizzata come acqua di processo per la produzione.
La purezza dell'acqua di processo è fondamentale per la qualità delle sabbie di quarzo e delle polveri di quarzo prodotte: in nessun caso dovrebbe contenere particelle fini che potrebbero contaminare le sabbie.

Lo sfruttamento di questo ciclo, che è ora possibile, rende superfluo l'uso di acqua freatica e potabile nella produzione della Kerkosand – un considerevole vantaggio ambientale date le quantità richieste. L'acqua della vasca può essere utilizzata anche per la preparazione della soluzione polimerica, che avviene in una stazione di dosaggio Eurodos. Allo stesso tempo, le quantità dosate di polimero VTA assicurano che il suo uso sia chiaramente conveniente.

Ultimo ma non meno importante, i polimeri VTA indicano già un futuro redditizio per la Kerkosand: una volta esaurite le riserve di materia prima, sia le aree di estrazione che le vasche saranno restituite al loro originario stato naturale. Tutti i fanghi presenti nelle vasche che sono contaminati da residui dovrebbero poi essere trattati e smaltiti a costi enormi. Grazie all'esperienza di VTA, questo può essere già efficacemente evitato.

Rapporto sul campo dal giornale scientifico “Laubfrosch” del Gruppo VTA, numero 75
Vaclav Cejthamr
Managing Director di Kerkosand

“È stato un progetto molto complesso e il risultato supera le nostre aspettative. La risposta di VTA alle sfide del progetto è stata eccezionale e siamo estremamente colpiti da questa collaborazione.”